CLUSTER ALISEI

Confermata la presidenza

Diana Bracco per il triennio 2019-21.

Nel corso dell’assemblea dei soci del Cluster Tecnologico Nazionale Scienze della Vita ALISEI, Diana Bracco è stata riconfermata Presidente per il prossimo triennio, un periodo che si preannuncia molto importante e ricco di novità grazie anche alla recente approvazione del Decreto per il finanziamento dei Piani d’azione dei Cluster

Oltre alla conferma di Diana Bracco nel ruolo di Presidente, sono stati eletti Fabrizio Conicella di Bioindustry Park, Silvano Fumero che assume il ruolo di Vice Presidente, Daniela Corda del CNR in rappresentanza degli Istituti di ricerca, Amleto D’Agostino del Distretto Alta Tecnologia Campania Bioscience in rappresentanza degli Enti Territoriali e Ugo Di Francesco del Gruppo Chiesi, che rappresenta la compagine industriale.

“È per me un grande piacere essere stata riconfermata alla guida del Cluster ALISEI. Avrò accanto una Commissione direttiva composta per la maggior parte da coloro che mi hanno accompagnato nel triennio precedente, e questo significa dare continuità a un percorso iniziato nel 2016 – afferma Diana Bracco – Il nuovo mandato si apre a poche settimane dall’approvazione del Decreto che concede i finanziamenti per la messa in atto dei Piani di Azione triennali dei Cluster Tecnologici Nazionali. Siamo convinti che la firma del Decreto e il definitivo riconoscimento dei Cluster come cabina di regia nazionale potranno spingere la ricerca e l’innovazione verso nuovi traguardi e nuove direttrici comuni, andando a consolidare ulteriormente il successo dei nostri settori nel mondo”.

Tra le numerose azioni e strategie messe sul piatto da Bracco, il Meet in Italy for Life Sciences, evento flagship del Cluster ALISEI, che si terrà quest’anno a Trieste dal 16 al 18 ottobre.

“Un appuntamento internazionale che anno dopo anno ha proiettato il settore in un contesto europeo creando l’occasione per dibattere sui temi di attualità legati alle scienze della vita – conclude Diana Bracco – diventando il principale momento di incontro e networking tra tutti i soggetti interessati a queste tematiche”.

L’evento si inaugurerà il 16 ottobre mattina con la conferenza internazionale, che avrà come tema centrale la genomica e l’epigenomica come elementi cardine della medicina dei prossimi anni. La conferenza vedrà la partecipazione di relatori di chiara fama internazionale, oltre a Istituzioni nazionali ai massimi livelli, esponenti dei centri di ricerca italiani e aziende del settore. Il pomeriggio del primo giorno si terranno i primi workshop a carattere più istituzionale, mentre il 17 e il 18 mattina i workshop saranno organizzati dagli sponsor o da altri soggetti che vorranno intervenire alla manifestazione.

Gli incontri B2B saranno una costante per tutta la durata della manifestazione mentre l’ultimo giorno del Meet in Italy sarà dedicato al Bootcamp, organizzato in collaborazione con TechTour e destinato alle start-up.

Nel mese di maggio sarà aperta sul sito del Meet in Italy for Life Sciences la call per chi desidera organizzare un workshop, in modo da raccogliere e vagliare le richieste in tempo utile. Nello stesso periodo sarà possibile poter presentare manifestazioni di interesse a sponsorizzare la manifestazione.

I commenti sono chiusi.