Rockwell aiuta i progettisti.

Rockwell Automation aiuta i progettisti a semplificare l’integrazione della sicurezza all’interno delle macchine.

Sette nuovi moduli I / O di sicurezza Allen-Bradley aiutano a creare macchine più intelligenti e dalle prestazioni più elevate.

I costruttori di macchine oggi devono, come mai hanno dovuto fare in passato, affrontare il tema della progettazione della sicurezza in vari sistemi industriali.

Rockwell Automation, per aiutare i progettisti a raggiungere più facilmente tale obiettivo e soddisfare anche gli altri requisiti applicativi, mette a disposizione sette nuovi moduli di sicurezza tramite tre piattaforme I/O.

Ciò offre opzioni I/O di sicurezza sia locali che distribuite, oltre a un’ampia serie di prestazioni e caratteristiche di connettività che aiutano a migliorare la conformità e le performance della macchina.

“L’estensione del nostro portafoglio di I/O di sicurezza offre ai progettisti una scelta maggiore finalizzata a soddisfare le loro esigenze di sicurezza”, afferma Steven Goh, vice president and general manager, Asia Pacific Business Center, Rockwell Automation. “Ogni modulo I/O Allen-Bradley offre la possibilità di selezionare qualsiasi opzione di sicurezza. Questi nuovi moduli introducono anche tempi di reazione più rapidi, una diagnostica più avanzata e comunicazioni migliorate, con l’obiettivo di creare macchine più competitive.”

Questi nuovi moduli di sicurezza contribuiscono anche a semplificare il processo di design, ad esempio, mettendo a disposizione una struttura dati e a un’interfaccia grafica estremamente comuni. Questa programmazione e messa in opera aiutano ad accorciare i tempi di progettazione, consentono il riutilizzo del codice e riducono la curva di apprendimento dei progettisti.

I nuovi moduli I / O di sicurezza includono:

  • Moduli I / O di sicurezza Compact 5000 Allen-Bradley che forniscono I/O di sicurezza locali e distribuiti al controllore di sicurezza Compact GuardLogix 5380 e I/O di sicurezza distribuiti al controllore di sicurezza GuardLogix 5580. I moduli introducono tempi di reazione di sicurezza più rapidi e aiutano i progettisti ad abbassare i costi e a creare macchine di dimensioni più contenute e più semplici. Funzionalità aggiuntive di diagnostica aiutano gli utenti a identificare più facilmente i guasti.
  • Moduli I/O Allen-Bradley ControlLogix CIP Safety che forniscono I/O di sicurezza locali per i controllori GuardLogix 5580 in applicazioni più estese che richiedono una soluzione I/O ad alta densità. L’uso di questi moduli nello chassis semplifica la configurazione e, poiché non è richiesto un adattatore, permette di ridurre l’ingombro del pannello. Questi moduli possono essere utilizzati anche per I/ O di sicurezza distribuiti
  • Moduli I / O di sicurezza Allen-Bradley FLEX 5000 che sono ideali per applicazioni che richiedono terminazioni di cablaggio di campo fisse e montaggio verticale o orizzontale. I moduli I/O distribuiti possono funzionare in ambienti estremi e essere utilizzati con collegamento diretto a reti in rame e fibra. Supportano anche una gamma di topologie di rete, incluso la rete a stella ridondante tramite Parallel Redundancy Protocol, e migliorano le comunicazioni grazie alla connettività EtherNet /IP da 1 gigabit. La piattaforma FLEX 5000 fornisce I/O di sicurezza distribuito per i controllori Compact GuardLogix 5380 e GuardLogix 5580.

Ognuno di questi sette nuovi moduli I/O di sicurezza è certificato TÜV per l’uso in applicazioni fino a SIL 3 e PLe, Cat. 4. E sono disponibili tutti con opzioni di rivestimento conformi all’uso in ambienti estremi.

I commenti sono chiusi.